Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

venerdì 6 marzo 2015

Vademecum del trasloco economico

Scegliendo il trasloco economico hai la garanzia di spendere il meno possibile, avendo comunque la certezza di ricevere un servizio di massimo livello.
 
Consiste semplicemente nel far trovare pronte le scatole relative ai propri oggetti, in questo modo i facchini potranno procedere sin da subito ad effettuare le operazioni di carico e i montatori potranno iniziare lo smontaggio dei mobili.
 
La preparazione dei contenuti è un fase importante e delicata allo stesso tempo, l’ideale è anticipare anche di qualche giorno il vero trasloco così da non soffrire troppo lo stress correndo magari il rischio di non essere pronti per la data definita.
Si procede prima dagli ambienti che meno si utilizzano evitando così dover riaprire le scatole prima del trasloco per ricercare oggetti utili al momento. Consigliamo quindi: rispostiglio, salone, camera letto, fragili dei vari ambienti ecc.
Le scatole hanno una loro funzione, ogni dimensione determina il suo contenuto, alcun esempi:
• scatole piccole oggetti pesanti o libri, dimensioni consigliate 40 x 30 x 30h cm
• scatole medie oggetti fragili o più leggeri, dimensioni consigliate 47 x 31 x 37h cm
• scatole grandi oggetti leggeri, lenzuola, biancheria o pentole cucina ecc, dimensioni consigliate 45 x 45 x 60h cm
• scatole molto grandi, oggetti ingombranti e leggeri come cuscini, abatjour, suppellettili non delicati, ma difficili da collocare in altre scatole, dimensioni consigliate 50 x 50 x 70h cm
• armadietti vestiti, consigliati e utilissimi per tutti i capi di abbigliamento stampellati
gli utensili utili per la preparazione saranno:
1. pennarelli, meglio se a punta larga
2. nastro adesivo, meglio se con trama resistente ad esempio in PVC
3. carta camoscina/fogli in espanso
4. taglierino
iniziando in un ambiente si consiglia di non passare ad altri sino al termine, nel caso in cui si possa utilizzare l’ausilio di un amico/parente sarà opportuno indirizzare ogni elemento per ambiente.
Consigli utili per la preparazione dei suppellettili:
• libri e pesanti vanno inseriti con cura e attenzione e devono riempire tutto il volume interno della scatola, sia i laterali che in altezza
• fragili e delicati hanno bisogno di qualche accortezza in più, il singolo elemento deve essere avvolto da materiale protettivo prima di inserirlo nel collo; quanto + è delicato l’oggetto quanto + si rende necessaria la protezione quindi verrà avvolto con maggiore accortezza e maggiore materiale come ad esempio fogli in espanso, carta camoscina o del banale giornale quotidiano in avanzo. Una volta terminata la scatola e prima della chiusura facciamo un test di prova ‘sbattimento’ ossia scuotendola non dobbiamo sentire alcun rumore sospetto, tipo metallo o vetro.Eventuali spazi vuoti tra gli oggetti devono essere colmati con alcune ulteriori protezioni quali ad esempio delle piccole palle di carta da giornale arrotolato.
• lenzuola, biancheria, cuscini o ancora meglio pentole e oggetti ingombranti metallici tipici della cucina andranno inseriti nei famosi mezzi barili/barili ossia le scatole grandi o molto grandi. In questo caso non sarà necessario porre chiaramente la stessa attenzione come al punto precedente, basterà inserire gli oggetti all’interno della scatola cercando di riempire quanto + possibile il volume interno.Partendo dal basso inseriremo prima quelli + grandi e man mano che saliamo a stile ‘piramide’ gli altri, negli spazi vuoti laterali se restano possiamo inserire tutto ciò che vogliamo, senza correre rischio che si possa rovinare durante il trasferimento. Nota bene: questo tipo di scatola tendenzialmente farà più rumore, nessun timore è assolutamente normale!
parliamo ora degli oggetti che comunemente più grandi e particolari non possono avere collocazione in una scatola predefinita (anche se vedremo + avanti che in realtà esistono delle scatole per ogni oggetto).
Ad esempio i televisori, che oggi sono sempre più delicati, grandi e sottili conviene mantenere la scatola di imballaggio originale. In alternativa abbiamo 2 soluzioni:
1. verificare se una delle scatole in vostro possesso, messa di taglio possa coprire almeno il 95% della superficie anteriore, si procederà così a sviluppare una sorta di cappello protettivo e i punti vuoti verranno uniti e sigillati con diverse passate di nastro
2. inserire un cartone ritagliato a misura davanti lo schermo per poi predisporre un giro di materiale antiurto/antigraffio quale del pluriball sino a coprire ogni singola parte. Il nastro servirà a ricoprire, sigillare e unire tutti i punti. Con il pennarello davanti indicheremo la dicitura ‘fragile’
quadri, lampadari, bastoni tende sono solo alcuni altri esempi di oggetti comuni che difficilmente possono avere una sistemazione dentro le comuni scatole in commercio quindi come al punto 2 di cui sopra, saremo noi a creare ad hoc un imballo specifico per ogni elemento facendo attenzione che l’interno sia protetto, che non si muova in caso che ad esempio si trovino a contatto 2 elementi e che sia ben stretto dal nastro da imballaggio in tutti i punti critici come le estremità.
Dicevamo prima che alcune scatole specifiche, conosciute solamente e per lo più dagli specialisti del settore possono agevolare il nostro compito come per i quadri: infatti esistono scatole strette e piatte di diverse forme adatte ai quadri, quindi specialmente per quelli più preziosi sarà opportuno utilizzarle.
Da evitare scatole di diverse forme, borse o borsoni, buste anche se di varie dimensioni.
Tra gli utensili elencati in precedenza abbiamo dimenticato il pennarello, fondamentale per etichettare ogni pacco. La dicitura deve seguire sempre questa formula:
AMBIENTE (di prelievo) + AGGETTIVO (fragile, pesante ecc). Esempio: SALONE FRAGILE oppure STUDIO PESANTE e così via.Particolare attenzione ai liquidi come liquori, olii, dovrà essere ben chiaro che il pacco non deve essere capovolto.
Per vostra tutela e tranquillità potrete anche numerare ogni pacco così da essere tranquilli che a destino verranno riconsegnati tutti gli elementi. Nel caso in cui doveste effettuare una sosta nel deposito/magazzino prima di entrare nell’appartamento di destino allora questa procedura non sarà necessaria, in quanto noi effettueremo una scheda di inventario in duplice copia che verrà rilasciata a termine lavori al cliente.

Rai Pubblicità Expo: Cinema, spazi outdoor e format brevi

Il 2015 sarà l’anno della ripresa economica dell’Italia e dell’industry della pubblicità. Lo sostiene l’Ad di Rai Pubblicità Fabrizio Piscopo, a qualche giorno dalla presentazione dell’offerta commerciale Rai a investitori e centri media.
piscopo-fabrizio“I segnali ci sono tutti, anche dai nostri competitor” ha continuato il manager riferendosi alle stime di chiusura 2015 di Mediaset (tra il +2% e il +4%). Ad alimentarla è servito il nuovo quadro politico-economico: “Tutti gli interventi operati di recente dalla Banca centrale europea, il calo del costo del petrolio, il quantitative easing da 60 miliardi, tutto spinge nella direzione della crescita, che inizierà a mostrarsi dal mese di aprile. Automotive e Finance i settori da cui ripartiranno gli investimenti adv”.
Per Rai Pubblicità si prospetta dunque un anno favorevole, con un risultato di bilancio più vicino al pareggio che a un indice positivo. Non paragonabile comunque a quello del 2014, sostenuto dalla raccolta eccezionale (76 milioni di euro) portata a casa con i Mondiali di calcio.
Quest’anno non c’è l’evento sportivo che fa da volano, ma Rai Pubblicità si è comunque attrezzata per beneficiare al massimo dell’opportunità offerta da Expo, proponendo ai propri clienti contenuti editoriali dedicati alla kermesse che andranno in onda sulle reti Rai all’interno dei quali saranno possibili pianificazioni speciali.
L’Esposizione Universale sarà anche l’occasione per la concessionaria che le permetterà la vendita di spazi outdoor all’interno di Expo.
E poi c’è il cinema, cioè gli spazi nelle sale cinematografiche di cui Rai pubblicità può ora disporre per aumentare il potere reddituale. Da poco siglato l’accordo con UCI per dare vita a Digital Cinema Network, un circuito di 938 sale, 34 milioni di spettatori all’anno e un obiettivo di 10 milioni di euro per il 2015. Ed è in via di definizione l’ingresso di un terzo partner che voci sempre più insistenti individuano in The Space Cinema.
Altra novità l’incentivo ai formati brevi e alle pianificazioni valoriali. “La valorizzazione del 15″ è una scelta obbligata per fare fruttare al meglio il ridotto spazio pubblicitario a noi concesso del 4%”, ha precisato Fabrizio Piscopo. “I nuovi formati adv vanno nella direzione dell’endorsement così come le campagne saranno oggetto di pianificazioni per valori ed endorsement con i canali. Intendiamo intercettare i trend più attuali quali il no waste o il tecno, con analisi valoriali che si affiancano agli indici di affinità per ottimizzare l’investimento dei clienti, senza ricorrere agli sconti. Perché la nostra sarà sempre più un’offerta di valore”.
Fonte: Marketinginformatico.it
Verena Guidi
Ufficio Stampa Marketing Informatico

giovedì 5 marzo 2015

Arrestare il declino dell'istruzione

Quasi la metà degli adulti americani, vale a dire 60 milioni di persone, sono semianalfabete. Otto milioni di studenti sono stati etichettati come “incapaci di apprendere”, spesso con la prescrizione di farmaci come “rimedio” invece che dare loro le basi dell’istruzione.
Il Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti riporta che ogni anno uno studente delle scuole superiori su tre, (più di 1 milione e duecentomila) si ritira dalla scuola. Altre nazioni industrializzate soffrono della stessa piaga, con una percentuale di circa il 15% di studenti che si ritirano dalle scuole europee.
La capacità di circa 30 milioni di adulti americani di usare il linguaggio a livello elementare risulta insufficiente, mentre altri 60 milioni sono in grado di svolgere solo le più semplici mansioni quotidiane che richiedono l’uso di parole e numeri.
Ricerche mostrano che l’analfabetismo è un fattore chiave nel crimine. Si stima che circa il 60% dei detenuti adulti siano semianalfabeti o leggermente analfabeti e che l’85% dei giovani delinquenti abbiano lacune nella lettura, nella scrittura e nella matematica di base.
Il costo di questo problema sociale per governi, imprese e contribuenti è nell’ordine delle migliaia di miliardi di dollari. In termini umani, invece, il prezzo è incalcolabile.
Nella maggior parte del mondo, essendo che il diritto all’istruzione per tutti è inesistente, il problema è molto più grave. A circa l’80% dei 113 milioni di bambini che non frequentano la scuola, lo studio è precluso da fattori quali la povertà e le guerre civili. Nell’Africa Sub-Sahariana, in Asia Meridionale e Occidentale, negli Stati Arabi e nel Nord Africa, l’assenteismo nella scuola dell’obbligo varia dal 24 al 40 percento.
È possibile porre rimedio a sistemi educativi fallimentari o inaccessibili e portare speranza a più di 1 miliardo di persone analfabete in tutto il mondo? È possibile rendere le persone capaci di conseguire l’alfabetismo e la competenza e contribuire quindi alla vita e alla cultura della nostra società?
La risposta è sì, ed è contenuta nelle scoperte di L. Ron Hubbard e nel fatto di renderle disponibili a livello mondiale tramite l’impegno di Applied Scholastics International.
L’istruzione nel senso più completo della parola è la meta di Applied Scholastics. Lo scopo non è solo quello di aiutare gli studenti a risolvere le difficoltà di studio e a superare le barriere, ma di renderli autosufficienti, studenti indipendenti che siano in grado di essere responsabili della loro istruzione e apprendimento per tutta la vita.



SDSN Mediterranean Conference: l’Università di Siena apre le porte all’agricoltura

Si apre oggi a Siena “Solutions for Agri – Food Sustainability in the Mediterranean”, la due giorni di approfondimenti organizzata all’interno della rete SDSN Med, coordinata dall’Università di Siena, e della quale Rinnovabili.it è media partner
SDSN Mediterranean Conference Agricoltura Sostenibile
Un uso efficiente delle risorse e nuovi modelli di business per l’agricoltura, unitamente al cambiamento delle tecnologie e delle politiche di settore. Questi i temi sul tavolo della seconda SDSN Mediterranean Conference, l’evento senese che per due giorni accenderà i riflettori sulla sostenibilità in campo agroalimentare. La conferenza, organizzata dall’Università di Siena, in collaborazione con la Regione Toscana, riunirà oggi e domani nell’aula magna del polo Mattioli, oltre 300 persone tra ricercatori, policymaker e rappresentanti istituzionali da Europa, Nord Africa e Medio Oriente, all’interno del Sustainable Development Solutions Network (SDSN) Med, la rete coordinata dall’ateneo toscano. L’obiettivo? Fornire una piattaforma per il dibattito e lo scambio di informazioni per i partner della rete che per quanti oggi hanno un interesse in queste tematiche nella regione del Mediterraneo.
Partendo da un confronto con il contesto globale, affronterà il tema dello sviluppo del settore agroalimentare nell’area, dal punto di vista dell’innovazione, del trasferimento tecnologico, degli investimenti e dell’uso delle risorse, offrendo il punto di vista più avanzato della scienza, delle istituzioni e dell’impresa. I risultati della conferenza rappresenteranno un passo avanti verso la definizione di una prospettiva mediterranea sulla sostenibilità agro-alimentare nel periodo post-2015. In tal senso uno spazio di discussione sarà riservato anche al ruolo della cooperazione per affrontare sfide agroalimentari e quello dei giovani all’interno del panorama più ampio della sostenibilità, con la presentazione di SDSN Youth.
SDSN Mediterranean Conference in diretta twitter con Rinnovabili.it
E se da un lato è vero che agricoltura e cibo avranno un ruolo di primo piano nell’agenda mondiale post-2015 , dall’altro è innegabile che richiedano diversi e imprescindibili interventi che non potranno essere compiuti necessariamente tutti in una volta sola. Cambiare le proprie abitudini alimentari così come l’intensità delle risorse che impieghiamo sarà probabilmente un processo lento e irregolare. Molte delle soluzioni al problema esistono o potrebbero essere rese disponibili nei prossimi 10-20 anni, seguendo i giusti investimenti. Per non mancare l’obiettivo “Solutions for Agri – Food Sustainability in the Mediterranean”, al termine della seconda giornata, presenterà i progetti – selezionati nelle settimane scorse, a seguito di un bando – che propongono soluzioni applicabili, con una forte portata di innovazione sostenibile. Continua in questo modo il lavoro avviato lo scorso anno con l’avvio della SDSN Mediterranean, costola di quel  Sustainable Development Solutions Network lanciato a livello globale dall’ONU nel 2012 e guidato dall’economista Jeffrey Sachs. Rinnovabili.it, media partner esclusivo dell’evento accompagnerà questa due giorni seguendo da vicino il dibattito anche con una diretta twitter, che potrà essere seguita dall’homepage del quotidiano o attraverso l’hashtag #sdsnmed.

Fonte: Rinnovabili.it

CON PLATINUM MEDIA LAB I SOGNI SONO PRODOTTI EDITORIALI AD ALTO LIVELLO: WONDER CORTINA, WONDER WORLD SEASONAL E THE ONE YACHT & DESIGN .



SOGNARE NON COSTA NULLA e da oggi puoi farlo grazie a Platinum Media Lab e ai suoi prodotti editoriali. Tre i prodotti editoriali attualmente sul mercato, tre sogni che si sono realizzati per tutti i lettori grazie al fatto che regalano emozioni, stupiscono ed entusiasmano: nel 2013 è nata Wonder World Seasonal Winter 2013, nell’estate 2014 Wonder Cortina e da marzo 2015 sarà sul mercato anche The One Yacht & Design.
Ma come si differenziano tra loro i tre prodotti editoriali? Di seguito le principali caratterisitche delle testate:

- Wonder Cortina: è una freepress semestrale che parla di Cortina d’Ampezzo con l’obiettivo di valorizzare le sue eccellenze. E’ una testata editata in esclusiva in collaborazione con l’Associazione Albergatori di Cortina d’Ampezzo.
Nata con l’obiettivo di realizzare qualcosa di glamour e di distintivo, rispetto agli altri freepress presenti nella famosa località montana, è l’unica ad essere accreditata ad entrare in tutte le camere dei 57 resort del territorio oltre ad essere presente anche presso l’aeroporto Marco Polo. Si distingue per il suo aspetto chic unico data la distribuzione selezionata. Due numeri annuali editati: summer & winter.
E’ una testata molto efficace che dà l’opportunità di raggiungere le vere élite italiane e internazionali. Attualmente Wonder Cortina è al numero 2, il primo numero è infatti stato editato a luglio 2014 (nella foto la copertina winter 2015).
Wonder Cortina è realizzata in italiano e inglese.
La sua diffusione è pari a 25.000 copie e il suo target è ben ripartito nella fascia alta uomini e donne/turismo d’élite.

- Wonder World Seasonal: è un trimestrale nato a gennaio 2013 a diffusione internazionale destinato a chi ama conoscere i luoghi più belli della terra attraverso itinerari incantati, raccontati da chi li ha vissuti rispettandone l’ospitalità e le usanze locali. Per il suo lettore: spunti di ogni tipo per viaggiare a 360° in tutto il mondo. Al suo interno contenuti, vetrine e “essere al mondo” ad alto livello. Attualmente è al nono numero distribuito.
La sua diffusione è di 35.000 copie distribuite sia a livello internazionale in edicole italiane e estere, vip lounge, hotel 5* e 5*L.
E’ venduta al prezzo di € 10 a copia ed è realizzata in italiano e in inglese.

- Arriva a marzo 2015 invece The One Yacht & Design: una rivista trimestrale che uscirà come 1 numero a marzo 2015. Al suo interno servizi principalmente dedicati ai megayacht sia a motore che a vela con un taglio molto particolare: se ne presenta la “loro storia” e si racconta di un’idea che diventa realtà, passando attraverso tutti i vari step produttivi (ideazione, progettazione, realizzazione, decorazione, fino al varo). Ampio spazio verrà dato alla filosofia ispirativa, sottolineando l’apporto di tutti gli attori: Progettisti, Cantieri, Architetti, Designer, Fornitori fino alla spinta emozionale dell’armatore. Grande attenzione anche allo yacht-decor. Ma non solo…private jet, Yacht Club, Real Estate, car design, orologi e gioielli.
E’ realizzata solo in inglese e la diffusione prevista è di 18.200 copie.

Inoltre: Platinum Media Lab è anche l’editore della web tv Wonder Cortina Channel, un canale esclusivo dedicato notizie/eventi top relativi a Cortina e con contenuti al suo interno che spaziano dal fashion allo sport, dalla natura allo shopping.

Tutti i prodotti Platinum Media Lab si possono tranquillamente definire dei coffee table magazines con attenzione estrema alla qualità delle immagini e dei contenuti e alla loro rappresentazione nella forma più espressiva ed elegante possibile.

Per ulteriori informazioni, approfondimenti, news e per scaricare i media kit delle testate in pdf e sfogliare online le riviste visita il sito www.platinummedialab.com

Per informazioni:

Platinum Media Lab
www.platinummedialab.com
Digital PR a cura di
Blu Wom Milano
www.bluwom-milano.com
p.fabretti@bluwom-milano.com

Domenica 8 Marzo a Scandicci, il CCDU torna in piazza per informare la popolazione

Domenica 8 Marzo, Festa Della Donna, il CCDU, allestisce a Scandicci, dalle ore 11 alle 16 un banchino di informazione e raccolta firme nei pressi della Piazzetta Rossa zona piazza del mercato
Il CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, è un'associazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata ad investigare e denunciare le Violazioni Psichiatriche dei diritti Umani.
Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato Onlus nel 2004; nel corso degli anni ha raccolto centinaia di denunce e tutelato i diritti di moltissimi cittadini vittime di abusi nel settore della salute mentale.
Il CCDU promuove l'abolizione dell'elettroshock, una pratica disumana che toglie ogni dignità alla persona trattatandola, di fatto, peggio di un animale; ed è impegnato in attività di informazione e sensibilizzazione sui temi dell'uso di psicofarmaci sui minori, sugli anziani e sul TSO (trattamento sanitario obbligatorio).

Queste ed altre le informazioni che il gruppo dei Volontari della Sezione di Firenze del CCDU si ipegnano a dare alle persone. Sarà possibile firmare petizioni, prendere opuscoli informativi sugli psicofarmaci, porre domande sui propri diritti in questo settore o testimoniare il proprio disaccordo con queste pratiche disumane tramite la propria presenza al banchino informativo.
Ancora una volta, come per gli ultimi appuntamenti presi con la popolazione di Firenze, i volontari toscani del CCDU hanno scelto una data speciale per i diritti umani: così, dopo le uscite in Santa Croce nella Giornata della Memoria, e in Piazza Santa Maria Novella nella giornata di San Valentino, saremo a Scandicci, nella Piazzetta Rossa vicino alle giostre, domenica 8 marzo, Festa della Donna, dalle ore 11.00 alle ore16.00




mercoledì 4 marzo 2015

Epilzero: Epilazione permanente per dire no ai peli superflui

Epilzero ti offre il metodo più sicuro ed efficace per sbarazzarti dei peli superflui: l’epilazione permanente, combinata con l’innovativa Dermo Epilazione.
epilzero-epilazioneLametta, rasoio, ceretta, crema depilatoria… sono tutti metodi economici e rapidi per eliminare i peli superflui, perfetti per una depilazione d’emergenza, magari prima di andare in spiaggia o in piscina.
Ma c’è un modo per avere di più: vorresti anche tu una pelle liscia, morbida e senza peli a lungo? Oggi si può, ed è facile ed indolore. La risposta che va incontro alle esigenze della donna moderna e pratica è l’epilazione permanente Epilzero!
Perché scegliere Epilzero?
Perché Epilzero è il numero 1 dell’epilazione permanente e della dermo epilazione, che permette di avere una pelle liscia e a lungo. Quante volte mettendo il rossetto abbiamo notato quei fastidiosi peletti sulle labbra, già ricresciuti dopo una ceretta fatta solo qualche giorno prima? E quante volte ci siamo trovate le ascelle irritate ed arrossate dall’azione del rasoio? Da oggi potete dire basta a irritazioni e peli superflui: per farlo basta entrare nel mondo Epilzero. Una volta provati i vantaggi e i benefici dell’epilazione Epilzero, è difficile tornare indietro…epilazione-permanente
I centri Epilzero sono specialisti nella epilazione permanente, che colpendo il pelo con luce pulsata o laser ne rallentano e bloccano la crescita in modo permanente. Solo Epilzero ti offre i vantaggi di una consulenza personalizzata e di un’analisi del tipo di pelo (il cosiddetto M.E.I., metodo di epilazione integrato) che permettono di affrontare il processo di epilazione nella maniera più efficace possibile. Alla classica epilazione permanente si affianca l’innovativa Dermo Epilazione Radicale Permanente, un percorso di Dermo Riequilibrio funzionale ed Estetico da effettuare in abbinamento a trattamenti di epilazione che permettono di ottenere miglioramenti della pelle in termini di texture, compattezza e idratazione. La Dermo Epilazione è un trattamento innovativo nato dall’esperienza Epilzero per affiancare l’epilazione permanente ed enfatizzarne i vantaggi e i risultati nel lungo periodo. L’epilazione rimane uno stress per la nostra pelle, per questo è importante prendersene cura prima e dopo la rimozione dei peli: coccolarla con i sieri e i trattamenti specifici permette di ridurre le irritazioni e gli arrossamenti e di migliorare l’efficacia dell’epilazione stessa.
Per scoprire i vantaggi dell’epilazione basta recarsi nel centro Epilzero più vicino a te oppure richiedere sul sito un couponepilazione Epilzero per effettuare una prova gratuita: http://www.epilzero.it/richiedi-il-coupon/.
Fonte: Epilzero.it
Verena Guidi
Ufficio Stampa Marketing Informatico