Benvenuto

Questo è uno spazio dove è possibile pubblicare gratuitamente articoli, comunicati stampa e recensioni.
Cosa significa questo? Aumentare la tua popolarità e quella dei tuoi prodotti a costo zero!
Con l'article marketing i tuoi articoli verranno resi disponibili, gratuitamente, a chiunque voglia ridistribuirli sul proprio sito internet.

venerdì 25 luglio 2014

Le novità editoriali di giugno 2014 della casa editrice Rupe Mutevole Edizioni


Fondata nel 2004, la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni ha avuto modo di espandersi nel settore tematico e geografico. Son ben venti le collane editoriali della casa editrice, venti sono dunque le braccia che accolgono la diversità per condurre oltre i confini territoriali e mentali.
La denominazione delle collane è in linea con la politica della casa editrice, troviamo infatti: “Letteratura di Confine”, “Trasfigurazioni”, “Mappe di una nuova èra”, “Saggi”, “Rivelazioni”, “Poesia”, “Fairie”, “Atlantide”, “Oltre il confine”, “Scritti in scena”, “Sopralerighe”, “Heroides”, “Echi dalla storia”, “Visioni”, “Margini liberi”, “Echi da internet”, “Radici”, “Supernal Armony”.

Ecco le novità editoriali per il mese di Giugno 2014

American Dream” di Simone Mazzola
Se come il sottoscritto siete nati ad inizio degli anni ’70 è probabile che il primo colpo di fulmine con la pallacanestro NBA sia arrivato attraverso le mitiche partite della domenica mattina in programma su Italia 1.
Tra aneddoti esilaranti e “Mamma butta la pasta”, l’allora coach Dan Peterson impazzava al commento raccontando le gesta dei fenomeni d’oltreoceano. Ricordo ancora lo stupore quando per la prima volta vidi Larry Bird: “Ma come? Il mitico numero 33 dei Celtics di cui tutti parlano è quel signore bianco con baffetti e fisico da ragioniere? Dai su non scherziamo”.
A non scherzare in realtà era lui, che con la palla ci sapeva fare alla grande. Con Magic, Jabbar, Erving, Isiah, Michael e tutti gli altri, mi catapultò in un mondo nel quale tutt’oggi sono intrappolato. Mai potevo immaginare che un giorno dietro a quel microfono ci sarei stato anche io. 

Cercami in una poesia” di Maria Elena Minciullo
...Briciole di versi del “non è tutto, ma sempre una briciola di niente che si sgretola tra le mani e lascia il sapore aspro della sconfitta; poi nulla, solo il nulla.” Poesia che non fa sconti agli eroi del male, poesia che cade come humus nella terra per nutrire erbe e radici alberi e foglie, frutti di vita senza più male, senza amarezze e rimpianti.
Poetessa per non morire, Poetessa per non soffrire con la certezza di un cammino compiuto nella dimensione del tutto: partirò anch’io per lidi lontani sicura di aver assolto il mio karma, sicura di aver sparso l’amore come petali di rose e acqua di fonte a dissetare anime malate, spargerò i semi delle mie rime per consolare occhi che non sanno piangere più, per ridare un sorriso a chi odia, a chi vuole scommettere ancora in una speranza di vita.

L’uomo che fuggiva per restare” di Emanuele Paceschi
 “Echi di febbraio” di Emanuele Paceschi, raffigura l’incessante cavalcata di un sentimento mai domo, spesso soffiato in un battito di ciglia o da labbra che si baciano in un sussulto melanconico, ad armeggiare senza tregua i moti dell’anima, accompagnati ad ogni passo, ad ogni pensiero, ad ogni sospiro, da paesaggi incantevoli … non a caso intinti dal nostro autore, in un panorama glaciale sposo della nostalgia. Altre volte associati al risuscito virtuale di un amore, altre ancora nella speranza che un raggio di sole schizzi il suo miracolo per riportarsi fino al cuore e scuoterlo, invitarlo a reagire, anche se la sensazione è che l’autore non se ne voglia affatto liberare, e che si trovi a suo agio tra angoscia, inquietudine, speranza e sogno. E non c’è mai banalità, sufficienza, nella narrazione di un viaggio di sensazioni che pulsano dal profondo, per poi ricongiungersi ad una realtà mai scontata quando è il quadrante del proprio ego a sillabare, quando Emanuele veste “rami senza alberi” di quell’anelito divino macchiato dal ricordo struggente, ma offuscato dalle nebbie di cieli tersi, nella consapevolezza di non essere più protetto dal grembo materno.

Manuale per non cadere dalle nuvole” di Francesca Mugelli
"Appena cinque secondi prima della tragedia, ossia molto poco tempo prima di inciampare e cadere giù dal cielo come una pera cotta, Rischio corre a perdifiato sul bordo della piscina nel prato nuvola. Già, perché i draghetti azzurri è lì che abitano. Se ne stanno tutto il giorno sulle nuvole, sulle nuvole mangiano, sulle nuvole dormono e sulle nuvole vanno anche a scuola. Su ognuna si trova una casa. Quella di Rischio è gialla e celeste, un tetto nuvola, tantissime finestre e mille tigli in fiore in giardino. ...." 

Memories” di Enzo Quaranta
Io non sono un poeta… Capisco che introdurre una prima silloge affermando di non essere un poeta non sia molto coerente, ma è la verità. Tutto nasce per gioco, circa tre anni fa, quando Anna Maria, la donna della mia vita, trovando una mia poesia scritta a mano e lasciata sulla scrivania mi disse : “Bella, chi è l’autore?”. Le risposi che ero io e se da un lato rimase incredula, dall’altro mi spronò a continuare. Da ragazzo scoprii l’amore per la lettura, lo feci grazie alle mie professoresse di italiano, esigenti e severe, e grazie alla biblioteca comunale del mio paese, dove trascorrevo interi pomeriggi a studiare e leggere, in quel luogo silenzioso e surreale, pieno di libri colmi di polvere che desideravano essere sfogliati. Ho sempre continuato a coltivare questa passione se pur a momenti alterni, ma certo provare a scrivere è un’altra cosa, a maggior ragione a scrivere poesie. Tra l’altro, i miei studi economico-aziendali e la mia attività professionale di verificatore fiscale, hanno molto poco a che fare con la poesia! Comunque ho continuato a scrivere, per caso, quando capitava, quando venivo colto da “ispirazione”, senza tempi e temi certi. Ogni tanto leggevo qualche mia composizione ad Anna Maria che, con estrema oggettività, mi diceva se Enzo Quaranta Memories 8 trasmetteva sentimento o no. 

Nel cuore della poesia” di Paolo Papagni
 “Nel cuore della poesia” il titolo della silloge di Paolo Papagni già suscita curiosità, banalmente si sarebbe pensato di scrivere: nel cuore “la” poesia, mentre l’autore sceglie l’articolo “della” come forma d immersione personale nella poesia; cosi diviene moto di vita dell’autore, essenza della vita del poeta Paolo Papagni che nonostante la definizione “poeta” gli calzi a pennello ama definirsi “scribacchino del cuore.” Le liriche presenti in questa sua raccolta sono dominate dall’esperienza del poeta, dai ricordi di un vissuto intenso, dai panorami sentimentali affacciati dalle finestre di quei giorni lontani dove l’Italia e le sue genti vivevano assai differentemente dall’oggi, alle soglie dell’adesso dove virtù e vizzi sono sempre più calzanti. La sensibilità dei versi non è però caratterizzata da scansioni ritmiche ma da un verso libero, sincero e concreto quello di un autore che scrive per ricordarci un qualcosa non per stupirci.
La silloge parla l’intero esistere di Paolo Papagni nell’umiltà della sua persona ma nella grandezza delle sue poesie, frammenti preziosi i suoi versi come fossero confessioni scritte per lasciare al lettore una parte essenziale delle sue conoscenze.

Tradotta Giustizia” di Mauro Salvi
Un viaggio, un qualcosa di banale. Si parte da un punto A per raggiungere un punto B. Semplice. All’apparenza… In realtà lungo il tragitto molte cose possono cambiare, molte fermate intermedie potrebbero scombussolare l’ordine delle cose. Gente che sale, anime che abbandonano il convoglio per andare incontro al loro destino… In tutto questo un ruolo fondamentale l’avrà Pinuccio, il “topo della Tradotta di lusso”, il dispensatore di generi di conforto, colui che allevia la noia dei passeggeri con le sue bevande prelibate e le stuzzicherie che non saziano ma deliziano persino lo stomaco più esigente. I clienti di Pinuccio? Avvocati, magistrati… Tutte persone rispettabilissime, se le giudichiamo dai completi firmati e dai gingilli luminosi che portano ai polsi o al collo… Se scrutassimo la loro anima, forse cambieremmo idea… Come passare il tempo durante il viaggio? Semplice, facendo una bella partita a carte! Chiaramente non a rubamazzo, anche se la posta in gioco, da rubare o vincere con l’inganno, sarà decisamente elevata. La vita, ecco quale sarà il fulcro della partita. Di chi? La vita dei loro clienti, persone accusate di crimini, innocenza da provare o magari già provata. Ma, si sa, tutto può cambiare.

Per pubblicare con Rupe Mutevole Edizioni invia un'e-mail (info@rupemutevole.it) alla redazione inviando il tuo inedito, se vuoi pubblicare nella collana "Trasfigurazioni" con la collaborazione di Oubliette Magazine invia ad: alessia.mocci@hotmail.it 


Info

Fonte


giovedì 24 luglio 2014

Prestito personale Top CreditExpress

Il prestito personale Top è una nuova linea di finanziamento proposto da una delle più importanti banche italiane ed europee (Unicredit) per coloro che hanno bisogno di grandi somme di denaro per soddisfare le loro esigenze di acquisto.

Grazie a Top CreditExpress, infatti si può richiedere da un minimo di 31 ad un massimo di 100 000 € per la liquidità per l'acquisto di beni o servizi, dare al richiedente la libertà di scegliere il loro scopo. Non poco se pensiamo che oggi le banche concedono sempre meno finanziamenti.

Questa flessibilità consente una maggiore libertà di scelta e rende questo prodotto interessante per una soluzione molto buona in ogni circostanza.

La comodità di un tasso fisso, consente quindi di conoscere immediatamente il tasso che si pagherà e che rimarrà invariato per tutta la durata del finanziamento, con la possibilità di pianificare il proprio futuro con serenità.

Il rimborso del prestito viene effettuato tramite addebito CreditExpress Top di conto bancario mensile, mentre la concessione può essere fatta in due modi: nel caso di acquisto di beni o servizi che l'importo è colpito direttamente al venditore, mentre in caso di richiesta di pagamento in in contanti l'importo versato sul conto bancario del richiedente.

Per maggiori informazioni vai alla filiale della Unicredit Banca più vicina al vostro ufficio o casa. Li un funzionario della banca vi spiegherà in dettaglio le caratteristiche tecniche, ed eventualmente procedere con la preparazione del caso.

A quel punto sarà abbastanza pratica per 48 ore dopo l'approvazione del versamento della somma richiesta nel loro conto in banca.

Cloud senza limiti: Arriva Babylon Coud la Nuvola Made in Italy

Una tecnologia tutta “made in Italy” ed una solida esperienza del management offrono per la prima volta al mercato italiano servizi cloud B2B customizzabili, sicuri e di facile attivazione.
Babylon Cloud_480
Roma, 03 Luglio 2014 – ICT, arriva la rivoluzione nel mercato del Cloud Computing: nasce Babylon Cloud, il primo operatore italiano Public Cloud dedicato ai System Integrator che cercano una struttura “chiavi in mano” per sé e per i loro clienti. Babylon Cloud offre un servizio di back up e duplicazione dati di facile accesso, senza limiti, sicuro e con il miglior prezzo sul mercato. La sicurezza è garantita dalla cifratura a 256 bit e dalla solidità dell’infrastruttura ridondata.
Facilità di gestione, versatilità, funzionalità. Con il servizio Babylon Storage, Babylon Cloud permette alle aziende di archiviare tutti i propri dati informatici con disponibilità di risorse illimitate e tariffa pay per use, senza gli sprechi delle tariffe flat. Dal momento della sottoscrizione del contratto, l’accesso allo storage è immediato e può avvenire tramite portale, client PC/MAC e app per tablet e smartphone (supportati sia iOS che Android). Semplicissimo da utilizzare e pensato per garantire trasparenza e risparmio, Babylon Storage offre anche la possibilità di monitorare i propri consumi in tempo reale e di consuntivarne i costi giornalmente, sulla base dello storage effettivamente utilizzato. In un unico servizio, inoltre, Babylon Cloud unisce e potenzia il meglio delle tecnologie Cloud.
In sintesi, Babylon Storage è:
  • 1. Sync: sincronizzazione di copia locale e copia remota automatica in background
  • 2. Share: condivisione di file e cartelle con qualsiasi altro utente con un semplice clic
  • 3. Back up temporizzato: back up di cartelle preselezionate da applicazione a tempo (giornaliero o settimanale)
Gestione multi layer. I servizi Babylon Cloud sono pensati per il business e permettono alle aziende di offrire un servizio B2B personalizzabile, grazie ad una inedita struttura whitelabel.
Self Provisioning. I servizi di Babylon Cloud sono tutti attivabili e gestibili in totale autonomia dal cliente, grazie ad un prompt web sincronizzato in tempo reale con la piattaforma. Gli utenti hanno a disposizione risorse infinite, che possono usare senza limiti pagando solo il consumo effettivo, grazie alla crescita continua dell’infrastruttura.
Alessandro De Losa. “Babylon Cloud – sottolinea il fondatore e Amministratore Unico Alessandro De Losa – è il futuro del Cloud italiano. Grazie all’esperienza pluriennale del management nel settore dell’ICT e alla solidità delle proprie partnership tecnologiche e finanziarie, Babylon Cloud rappresenta una vera rivoluzione nel mercato del Cloud Computing. Pensato nativamente per i System Integrator – prosegue De Losa – Babylon Cloud offre servizi B2B customizzabili e in whitelabel, rispettando i più alti standard di sicurezza logica e fisica. L’italianità dell’azienda, inoltre, rappresenta, per noi e crediamo anche per il mercato italiano, un importante valore aggiunto”.
Babylon Cloud è una newco lanciata da un gruppo di imprenditori e manager del settore ICT, con lo scopo di sviluppare servizi ICT evoluti per le imprese. Babylon Cloud è il primo operatore Public Cloud specializzato in Italia, con un’offerta ancora inedita nel nostro mercato che soddisfa un’esigenza sempre più forte.
Alessandro De Losa è fondatore e amministratore unico di Babylon Cloud. La sua esperienza nell’ICT si è sviluppata e consolidata lavorando come consulente in Bain & Co. e per le più importanti aziende del settore in Europa, Africa, America e Medio Oriente. Ha lavorato anche in IBM Italia, Tiscali e Infracom; si è occupato di Cloud a partire dal 2008, lavorando per operatori e ICT player italiani e stranieri.
Alessandro Giovannini è cofondatore di Babylon Cloud. E’ stato International Knowledge Management Manager in Unicredit, e precedentemente Responsabile New Media in Capitalia Group; ha anche lavorato in Burson-Marsteller (Gruppo WPP) come New Media Communication Manager. Fondatore e co-fondatore di aziende in ambito digital marketing e digital communication, operative a livello italiano ed internazionale, ha coordinato nel passato in qualità di consulente esterno numerosi progetti di digital business re-engineering per alcune delle più importanti aziende italiane nei settori della normazione, della difesa e dell’aerospazio, dell’energia e delle telecomunicazioni.
Andrea Guzzon è cofondatore di Babylon Cloud. Fondatore e CEO di Game360, unico gaming provider italiano e leader di settore, ha sviluppato un’expertise a livello internazionale nel mercato del gioco. Imprenditore con più di dieci anni di esperienza nella ricerca e nello sviluppo di nuovi business, si dedica alla creazione e al lancio di newco, oltre che alla gestione di aziende leader del settore ICT. E’ fondatore e CEO di Arcadia, incubatore di business, e di Esakube, IT supplier.

mercoledì 23 luglio 2014

Linda d@presentazione de "il sangue delle donne"

Linda d ospite alla presentazione ufficiale de il nuovo libro di Alvaro Fiorucci 24/07/2014 alle 17:30 presso la Sala Santa Caterina del Nun Assisi Relais & Spa Museum


Il 24 luglio 2014  alle ore 17,30 ad Assisi presso il "Nun Assisi Relais SPA Museum" verrà presentato il nuovo libro di Alvaro Fiorucci "Il sangue delle donne - cronache di femminicidi in Umbria".
Trattasi della ricostruzione dei casi di cronaca che più hanno colpito l'opinione pubblica: Dai "cold case" del passato, gli omicidi di Mauretta Fondacci e di Mara Calisti, ai più recenti, quelli di Meredith Kercher, Barbara Cicioni, Maria Geusa, Sonia Marra, Barbara Corvi ed altri ancora.

martedì 22 luglio 2014

Fotovoltaico Puglia, Global Solar Fund: massima trasparenza

Global Solar Fund – società che opera nel settore del fotovoltaico italiano, prevalentemente in Puglia – sta svolgendo un’attività di verifica e di riqualificazione degli asset di proprietà. La società intende agire con la massima trasparenza nei confronti di tutti gli stakeholder, istituzionali e non. Giuseppe Tammaro, amministratore delegato di Global Solar Fund: “Siamo certi di poter superare brillantemente le attuali criticità e riprendere a investire in Italia nelle rinnovabili, perché crediamo che nel Paese ci siano ancora spazi per lo sviluppo di progetti di qualità”.
Global Solar Fund Giuseppe Tammaro
Giuseppe Tammaro
Rilanciare GSF nel segno della massima trasparenza e di discontinuità con la precedente gestione. È questo l’impegno di Giuseppe Tammaro, il manager chiamato dagli azionisti cinesi della Suntech a gestire la complessa fase di rilancio di GSF.
“Abbiamo avviato attività di verifica e riqualificazione dei nostri asset – afferma Tammaro – per valutare tutti i principali aspetti che li riguardano (amministrativi, tecnici) in modo da poter avere un quadro completo e obiettivo, e ciò anche nell’ottica di apportare eventuali migliorie agli stessi”.
Fotovoltaico Puglia Pannelli Solari Global Solar Fund
“Tale attività – continua Tammaro – è il primo atto di un percorso trasparenza che GSF ha intrapreso per risolvere le problematiche sorte negli ultimi anni. Questo nostro modo di agire ha già raccolto segnali di apprezzamento da parte di diversi nostri interlocutori. Siamo certi di poter superare brillantemente le attuali criticità e riprendere a investire in Italia nelle rinnovabili, perché crediamo che nel Paese ci siano ancora spazi per lo sviluppo di progetti di qualità”.
GSF è convinta che questo approccio possa portare a un ripristino della credibilità che un gruppo così importante dovrebbe avere – GSF è il secondo operatore in Italia per potenza installata nel fotovoltaico –, e avviare in questo modo un nuovo percorso di dialogo e di confronto con tutti gli interlocutori, istituzionali e non.
GSF logo
Global Solar Fund (GSF) fa capo a un Fondo di Investimento industriale co attivo fin dal 2008 nel settore dell’energia prodotta da impianti solari fotovoltaici, che si riferisce per l’88% del suo capitale a Suntech, colosso cinese della produzione di pannelli fotovoltaici, e per il 12% a Shi Zhengrong, imprenditore cinese, fondatore di Suntech.
Geograficamente GSF opera in Italia dove, con 140 MW di impianti fotovoltaici in Puglia e in Campania, è il secondo operatore italiano per potenza installata.
GSF è presente in tutta la filiera del fotovoltaico: dall’acquisizione di impianti e di autorizzazioni alla loro progettazione esecutiva, dalla negoziazione con le banche per i finanziamenti alla costruzione degli impianti fino alla loro gestione.
FONTE: Global Solar Fund

Assistenza anziani estate: Casa di Cura Le Betulle rinforzata struttura d'estate

Casa di Cura Le Betulle, nuovo sito e strutture potenziate per l’assistenza agli anziani durante l’estate.
Reparti di psicogeriatria e internistica rinforzati nel periodo estivo. Nuovo sito ricco di informazioni aggiornate e di dettagli sulle aree terapeutiche e le patologie trattate.
Casa di Cura Le Betulle_480

Milano, 22 luglio
 – Ubicata nella splendida cornice di Appiano Gentile, immersa nel verde di un parco di 8 ettari con servizi alberghieri di livello e dotata di servizi ambulatoriali, diagnostici e di laboratorio completi di tutti gli strumenti tecnologicamente più avanzati, la Casa di Cura Le Betulle inaugura il nuovo sito web www.casadicuralebetulle.it e rinforza la propria struttura per accogliere tutti quei pazienti, anziani e non, che durante l’estate vivono insieme alle loro famiglie il periodo più critico dell’anno.
Punto di riferimento dell’eccellenza psichiatrica italiana, la Casa di Cura Le Betulle vanta una dimensione polispecialistica che le permette di affrontare tutte le problematiche della patologia medica, tra cui quelle di gastroenterologia, epatologia, nutrizione e metabolismo, cardiologia, pneumologia, endocrinologia, geriatria, oncologia. In ambito psichiatrico vengono trattati i disturbi dell’umore, i disturbi d’ansia, i disturbi del sonno, l’abuso e la dipendenza da sostanze stupefacenti e farmaci, l’abuso e la dipendenza da sostanze alcoliche, il gioco d’azzardo patologico e la dipendenza da internet, i disturbi della personalità e i disturbi psicotici, la neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, la psicogeriatria. Sono inoltre attivi un servizio per il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare (DCA) e un servizio di medicina legale e psichiatria forense.
Dotata di un Blocco Operatorio all’avanguardia e supportata da un gruppo di medici internisti esperti e presenti 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno, la Casa di Cura Le Betulle viene scelta dalle migliori équipe mediche e chirurgiche nazionali e internazionali come luogo privilegiato per interventi, degenze e assistenza al malato. La cura del paziente è garantita da uno staff di più di 200 medici: 150 chirurghi, 40 tra psichiatri, psicologi e psicoterapeuti e infine 16 internisti.
Strutturata sia per i pazienti anziani che possono trovare rifugio nei giorni più caldi dell’estate, che per i pazienti di tutte le età che vogliano essere assistiti dai migliori professionisti in una Clinica di eccellenza, la Casa di Cura Le Betulle si conferma punto di riferimento per la cura del malato.
Nel nuovo sito www.casadicuralebetulle.it/ tutte le informazioni sulla Casa di Cura, le aree terapeutiche, la storia, i servizi offerti e l’ubicazione della struttura.
Contattare la struttura è molto semplice: la sezione Contattaci mette a disposizione degli utenti indirizzi e-mail, numeri di telefono dei diversi servizi medici e un form di contatto che garantisce risposte in tempi brevissimi.
Le Betulle” è una Casa di Cura privata non accreditata ad indirizzo polispecialistico e si rivolge a pazienti con forme pertinenti la Medicina Generale, la Psichiatria e la Chirurgia. Ha sede ad Appiano Gentile, in provincia di Como, ed è dotata di 90 posti letto autorizzati divisi in due Unità Organizzative: una di Medicina Generale con sezione di Psichiatria, l’altra di Chirurgia. La Casa di Cura ha in essere convenzioni con i principali istituti ed enti assicurativi sia per prestazioni ambulatoriali che di degenza.
Contatti Ufficio Stampa
Tel. +39 031 973311
E-mail: segreteria@casadicuralebetulle.it

domenica 20 luglio 2014

Diario di un amore, l'album di Anonimo Italiano


In autunno torna Anonimo Italiano (al secolo Roberto Scozzi) con un nuovo lavoro discografico, dal titolo "Diario di un amore", prodotto da Maurizio Verbeni (gia' produttore, e collaboratore sui vinili di artisti di fama mondiale, negli Usa e nel mondo come Peter Gabriel, Thelma Houston e gli “Imagination, solo per citarne alcuni) con la sua etichetta “Prima Musica Italiana”.